Home / Degustazioni DiVine / Vini Cileni

Vini Cileni

Il Cile è il paese più conosciuto nell’ambito dell’America Meridionale, che gode di maggiore notorietà a livello internazionale nel settore della produzione di vini. I vini prodotti in Cile, sono famosi in tutto il mondo. In Cile si coltivano soprattutto uve di carattere internazionale.

Le uve bianche più coltivate nel paese sono il Sauvignon Blanc, lo chardonnay e il Sauvignon Vert, conosciuto con il nome di Sauvignonasse. Le uve di bacca rossa comprendono il Merlot, il Carmenere, il pais e il Cabernet Sauvignon.

I vini più rappresentativi prodotti in Cile sono i seguenti: Il Pisco, che si può considerare il liquore per così dire nazionale. La sua zona di produzione si trova tra i paesaggi lunari ed aridi del nord del Cile, che formano una valle verde e fertile in cui si coltiva l’uva che serve per produrre questo liquore.

I vini cileni sono ricchi, dispsosngono di profumi che ne connotano il tratto identitario e stanno conquistando il mercato estero, in epoca di globalizzazione, grazie anche all’ottimo rapporto qualità prezzo.

Il Cabernet Sauvignon invece è un vino di grande ricchezza, perché i ceppi della vite importati nella metà dell’ottocento, non hanno mai avuto problemi con la filossera e sono ancora su piede franco. Di origine francese, proviene dalla zona di Bordeaux. Poi ci sono il Merlot e il Malbec, vinificati in purezza.

I vini bianchi migliori del Cile, provengono dalle vallate del Nord, valle di Casablanca, mentre i Sauvignon Blanc sono originari dalla valle centrale di Curicò; altri vini bianchi prodotti in Cile sono lo Chardonnay e il Sauvignon Vert, più conosciuto Sauvignonnassse.

Per la loro robustezza e corposità, i vini cileni rossi si sposano felicemente in cucina con alimenti a base di carne, come la famosa parillada, una grigliata mista che comprende intestini, mammelle e sanguinacci.

I Vitigni impiegati a bacca bianca sono i seguenti: Chardonnay, Sauvignon Blanc, Viognier, mentre per i vitigni a bacca rossa abbiamo il Carmenere, il Cabernet Sauvignon, Merlot, Pinot Noir, Sangiovese, che c’è pure in Cile, Syrah, Tempranillo.

La zona di produzione principale dei vini cileni viene identificata nella zona a sud di Santiago, lungo le valli che partono da quella centrale, protetta come è dalle Ande e dalla catena costiera. Qui si coltiva la vitis vinifera; Maipo, Maule, Rapel, Cachagua, Curicò sono le vallate più interessate alla viticoltura.

Il vino più rappresentativo del Cile è il Carmenere. Che presenta un bel colore rosso intenso con forte aroma e frutta rossa, bacche e spezie. Questo vino ha dei tannini molto soffici. I vini prodotti nelle migliori zone si presentaano con strutture complesse, presentando note di cioccolato,            cuoio e uno spiccato sapore di fumo. Il vitigno del Carmenere, è un vitigno che è stato preservato, quindi protetto dall’estinzione.

Infatti questa varietà del vitigno Bordeauax venne annientata dalla filossera, quindi scomparve in Francia nel passato, mentre per quanto riguarda il Cile, questa terribile malattia della vite non ha provocato danni.

About Patrizio Placuzzi

Patrizio Placuzzi
Giornalista pubblicista di lunga data e cronista d'assalto, ha scritto su importanti testate locali, mettendo al servizio della sua penna l'amore per il vino e l'enogastronomia di qualità.

Check Also

I Vini del Reno e della Mosella

La Mosella è un fiume che rappresenta uno degli affluenti principali del Reno, essa nasce …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter
ISCRIVITI

Iscriviti alla nostra Newsletter 

Tante news e curiosità sul mondo del vino