Home / Vini dei VIP / Vini dei VIP – Bruno Vespa, vignaiolo per passione

Vini dei VIP – Bruno Vespa, vignaiolo per passione

vini di Bruno VespaBruno Vespa è un noto giornalista televisivo e anche di carta stampata e autore di libri che non ha bisogno di tante presentazioni.
Vespa si appassionò al pianeta vino a partire dagli anni ’70, quando il grande Luigi Veronelli lo introdusse in questo mondo nel suo complesso affascinante, composto da persone interessanti.
Da tanti anni Vespa ne è il cantore, l’aedo, raccontando la storia del vino nei suoi articoli, in virtù di questo fatto un bel giorno prese la decisione di diventare lui stesso un produttore, cooptando nel progetto anche i suoi figli.
La famiglia del noto giornalista è comproprietaria da anni di una storica masseria a Manduria, in Puglia, in provincia di Taranto, con miglia di ulivi secolari e 25 ettari coltivati a vitigno, a cui sono stati aggiunti 4 ettari presi in affitto da Vespa e dalla sua famiglia.
Bruno Vespa produce attualmente 5 vini: Lo spumante rosato “Noi Tre“, che proviene da uve Negramaro, il Primitivo di Manduria riserva denominato “Raccontami“ (come lo poteva chiamare un giornalista se non così?), il Primitivo Salento “Il Rosso di Vespa” e il Rosso Puglia “ il Bruno di Vespa“, che rappresenta la tipologia base della sua azienda.
C’è anche un vino bianco nella famiglia “vinicola“ chiamiamola così di Bruno Vespa, esattamente “Il bianco di Vespa“ uscito nel 2015, riscuotendo un successo immediato.
L’Azienda vinicola che fa capo alla famiglia del presentatore, ha cominciato la commercializzazione dei suoi prodotti soltanto nel 2014, e nonostante tutto ciò, i vini con il marchio Vespa sono già presenti negli Stati Uniti, in Australia, in Asia e nei principali paesi europei, oltre che naturalmente in quasi tutte le regioni che compongono il nostro paese.

About admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter
ISCRIVITI

Iscriviti alla nostra Newsletter 

Tante news e curiosità sul mondo del vino